Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

contenuti  // Posts tagged as "contenuti"

24 Apr Posted by in Uncategorized | Comments

L’uomo che twittava le Rivoluzioni

The man who tweets Revolutions

Read more...

19 Apr Posted by in Storify | Comments

Intervista a Mike Dunn su editoria e web semantico

#BEONFIRE Twitter chat http://www.hubspot.com/beonfire/ w/ @pistachio @redheadwriting and @Glemak

Read more...

20 Feb Posted by in Uncategorized | Comments

Il dopofestival

Alcune veloci considerazioni sul Festival di Sanremo. Pare, a detta di molti, che il vero vincitore di Sanremo sia Twitter. Questo non mi sorprende, visto che già un anno fa Sanremo su Twitter fu uno spettacolo nello spettacolo. Parlando di antropologia dello spettatore del Festival di Sanremo emergono diversi profili, ai quali aggiungerei quello di chi twitta senza […]

Read more...

06 Gen Posted by in Storify | 3 comments

Uno dei migliori esempi di news curation del 2011

Un po’ prolisso, ma trattato come meglio non si poteva in ampiezza e profondità. E’ uno dei migliori esempi di news curation del 2011. Guarda caso, firmato Andy Carvin.   [View the story “The Gay Girl In Damascus That Wasn’t” on Storify]

Read more...

08 Giu Posted by in Uncategorized | 1 comment

La content curation secondo la BBC

E’ interessante il modo in cui la BBC sta sperimentando nuove forme di content curation. Approfittando delle scarse e discordanti notizie provenienti dalla Siria, ha creato una specie di storia utilizzando gli strumenti abituali con una particolare metodologia. Ecco i passi: ha individuato la notizia, partendo dalla fonte che l’ha segnalata ha contestualizzato geograficamente la notizia ha […]

Read more...

10 Mag Posted by in Uncategorized | Comments

Gli ostacoli della verifica crowdsourced delle fonti

La verifica crowdsouced delle fonti di notizie spesso può risultare più ardua del previsto. Se da un lato la verifica partecipativa riesce a sfruttare la conoscenza allargata, dall’altro può introdurre ulteriori dubbi. Ne sa qualcosa Andy Carvin che, cercando di risalire alla provenienza di un video dove viene giustiziato un uomo dai tratti nordafricani o mediorientali, […]

Read more...

26 Apr Posted by in Uncategorized | Comments

Per il NYT Wikileaks è una fonte autorevole.

Dall’inizio dell’anno, per ben 63 giorni dei 115 trascorsi i reporter del NYT hanno utilizzato Wikileaks come fonte autorevole per i loro servizi. Per certi argomenti – infatti – Wikileaks viene ritenuta una fonte più accreditata di altre (oppure, semplicemente le altre latitano). Dal conteggio sono esclusi i casi in cui Assange o Wikileaks sono […]

Read more...

25 Apr Posted by in Storify | Comments

Storytelling e curation con Storify ora sono per tutti

Nel browser ho solo due bookmarklet per servizi di content curation: Storify e Scoop.it. La mia iscrizione a Storify risale esattamente a sei mesi fa, ma l’invito mi arrivò soltanto lo scorso febbraio: il servizio mi è piaciuto da subito, tant’è che decisi di crearmi una categoria – l’unica – all’interno del blog, espressamente dedicata ai […]

Read more...

24 Apr Posted by in Uncategorized | 3 comments

E Wikileaks per le aziende fu

Dell’opportunità di avere un Wikileaks per le aziende in Italia ne avevo scritto qui e ne avevo parlato in un breve intervento durante questo panel al Festival del giornalismo. A quanto pare, avevo visto bene.

Read more...

22 Apr Posted by in Uncategorized | Comments

Il punto sugli Open Data in Italia

Non posso NON segnalare l’eccellente presentazione di Ernesto Belisario, che ho avuto il piacere di gustare in anteprima al Festival del giornalismo di Perugia. Siamo tutti d’accordo sull’apertura dei dati pubblici, ma all’atto pratico facciamo un passo indietro: come mai? E’ chiaro a tutti di cosa si sta parlando? Siamo certi che le istituzioni hanno […]

Read more...

14 Apr Posted by in Uncategorized | Comments

Come verificare le informazioni su Twitter

Già in precedenza avevo parlato di forme di giornalismo basate sulla content curation e sul crowdsourcing, piuttosto che di metodi per la verifica delle fonti di informazione sui social media. Ho parlato quindi di Andy Carvin e del perché si stia distinguendo a livello internazionale per il suo utilizzo dei social media (in particolare Twitter) e […]

Read more...

13 Apr Posted by in Uncategorized | 4 comments

Ora serve un Wikileaks sulle aziende

Il crac Parmalat si poteva evitare? Il disastro nucleare di Fukushima – appena equiparato come gravità a quello di Chernobyl – si poteva evitare? In questi giorni si parla della beffa finale per gli investitori di Parmalat, mentre le ammissioni di responsabilità della Tepco erano già note, così come altre pesanti accuse provenienti da chi sapeva e […]

Read more...

30 Mar Posted by in Uncategorized | 1 comment

[Studio] La distribuzione dei contenuti con Twitter

Lo studio su Twitter condotto e pubblicato da Yahoo Research da una parte descrive una situazione in parte sorprendente e dall’altra apre nuove prospettive. L’analisi dei contenuti rivela una situazione dove la metà di essi vengono generati da pochi utenti, dove la distribuzione di notizie si avvale sempre più di intermediari e dove le condivisioni avvengono […]

Read more...

28 Feb Posted by in Uncategorized | Comments

Lezioni crowdsourced dalla Libia

Il crowdsourcing ha avuto in questi giorni un ruolo fondamentale per fare circolare le informazioni tra i Paesi arabi del Mediterraneo (Libia in particolare) e il resto del mondo, per coordinare gli aiuti agli insorti oppure per aiutare i civili in fuga. In questo caso però i social media non sono stati usati soltanto come […]

Read more...

25 Feb Posted by in Uncategorized | Comments

Oltre la notizia

Su European Journalism Observatory, Marcello Foa parla dell’intervista fatta da Il Riformista a Ahmed Maher, uno dei fondatori del gruppo Facebook 6 aprile, la cui storia è raccontata qui. Nessuno se ne è accorto semplicemente perché la stragrande maggioranza dei giornalisti si sarebbe comportata allo stesso modo. Non per incompetenza, ma perché i retroscena sul […]

Read more...