Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

Miss(ing) Italia

18 Mag Posted by in Uncategorized | Comments

L’altro giorno mi sono ritrovato nella timeline di Twitter questo tweet sponsorizzato dalla società che organizza Miss Italia.

missitalia1

 

missitalia

Come è noto, pur essendo insieme al Festival di Sanremo il maggior evento televisivo nazional-popolare italiano, quest’anno non verrà trasmesso sulle reti RAI per scelta editoriale e nonostante attragga molti investimenti pubblicitari.

Ecco quindi la motivazione alla base della scelta dei media digitali: la sensibilizzazione e il coinvolgimento delle persone rientrano nel piano per far ritornare sui propri passi la tv di Stato, mentre nel frattempo si valutano alternative (Sky? Mediaset?). Per i messaggi diffusi su Twitter viene scelto l’hashtag #missitaliacontinua

Peccato che l’esito non sia esattamente quello sperato, nei quattro giorni seguenti.

 

#missitaliacontinua

missitaliacontinua

missitalia2

missitalia3
missitalia4
missitalia5
missitalia6

Questi sono gli screenshot dei tweet più recenti in sequenza, quindi senza alcuna selezione da parte mia: quelli successivi hanno lo stesso taglio.

Tutto sommato, è un buon feedback per l’organizzazione di Miss Italia perché rende bene l’idea di come venga oggi percepito l’evento: i contenuti appaiono poco coinvolgenti, in un momento dove le persone preferiscono il pragmatismo all’apparenza, un posto di lavoro immediato all’illusione di un futuro nello showbiz (magari scendendo a compromessi, come mostrato da molte intercettazioni telefoniche finite nelle aule dei tribunali).

La verità è che oggi l’assenza di un concorso di bellezza (e possiamo dire che, rispetto al passato, si valutano anche altri parametri e bla bla bla) dai palinsesti televisivi passa inosservata rispetto all’altra grande assente: l’Italia dell’economia a picco e della politica inetta.

 


Leave a comment