Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

Avanti tutta

21 Giu Posted by in Uncategorized | Comments

Succede che il presidente della Regione Lombardia scrive frettolosamente un tweet dal proprio smartphone, ma qualcuno gli fa notare che qualcosa nel suo messaggio non va.

 

La segnalazione genera ilarità e quindi si diffonde in rete, in particolare su Twitter e Facebook.

Infatti, Formigoni non si è reso conto di avere scritto G20 anziché Rio+20, la conferenza per lo sviluppo sostenibile che si tiene a Rio de Janeiro e riguarda tutt’altro (e in effetti sembrava strano che Formigoni andasse a discutere con Obama e gli altri potenti sul futuro del pianeta).

La differenza tra i due eventi, come si può vedere, è evidente.

Ventotto ore dopo la svista arriva all’orecchio di Formigoni, che replica così.

https://twitter.com/r_formigoni/status/215777765918638080

 

Tutto sommato, a differenza di altre occasioni, il politico di turno ha avuto l’umiltà di tornare sui propri passi e senz’altro questo verrà apprezzato.

Dove invece Formigoni può migliorare la propria presenza su Twitter (ma il discorso vale anche per gli altri social media) è sul tempo di reazione: una giornata è infatti oggettivamente un lasso di tempo troppo lungo per un medium come Twitter per intervenire in una discussione che ci riguarda. La sensazione è che Formigoni abbia twittato e poi abbia infilato il telefono nel taschino fino al giorno dopo, proprio come chi è abituato a usare media monodirezionali per diramare comunicati ufficiali (per quello, ci sono le segreterie e gli uffici stampa).

Male. Che Formigoni se ne sia accorto da solo o se la gaffe sia stata riportata da altri poco importa: per visualizzare le mention del nostro account su Twitter non serve nessun sofisticato strumento di social media monitoring basta un semplice tap.

Guardiamo alla sostanza: per una intera giornata 10 milioni di lombardi erano convinti che il loro presidente (pagato da loro) fosse al G20, magari al posto del premier Monti.

Provate voi a dire al vostro datore di lavoro che per lavoro siete andati in Cina anziché in India e vedete un po’ cosa vi risponde.

p.s. Se intendeva dare rilevanza a un evento ritenuto importante, sarebbe stato anche opportuno utilizzare un hashtag specifico

 


Leave a comment