Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

Perché Sanremo è #sanremo

17 Feb Posted by in Uncategorized | 2 comments

Come è andata la prima puntata del Festival di Sanremo? A giudicare dall’Auditel (sulla cui precisione delle metriche di rilevamento ho sempre nutrito forti perplessità) è stato un successone, mentre a giudicare da quel che si vedeva su Twitter sembrava il peggior Festival degli ultimi 150 anni.

Pare che sia stata vista da circa 12 milioni di italiani (17 di picco massimo); pensate, quattro generazioni di italiani di tutte le estrazioni sociali che seguono contemporaneamente lo stesso evento.

Se i telespettatori che hanno scelto di guardare il Festival di Sanremo fossero un partito e li confrontassimo con i numeri delle elezioni politiche del 2008 al Senato, sarebbero pari a tutti gli elettori del PD. Il picco massimo avrebbe più voti di tutta la coalizione di centro-destra messa insieme (coi numeri del 2008, si intende).

Come mai questo attaccamento nonostante le tante critiche? Perché il Festival di Sanremo è un po’ come le partite della nazionale di calcio: le guardi masochisticamente dall’inizio alla fine anche se lo spettacolo è penoso, anche perché altrimenti il giorno dopo rischieresti di rimanere tagliato fuori dalle discussioni con colleghi e amici.

Nonostante questo, sono tantissimi quelli che – come me – ne hanno le tasche piene di questo format (o per cause di forza maggiore non possono seguirlo in tv) e seguono il Festival di Sanremo attraverso i social media.

Una iniziativa che ho decisamente apprezzato per esempio è OpenSanremo 2011, uno spazio on-line (chiamarlo sito non è appropriato) dove votare i concorrenti, lasciare commenti tramite Facebook o visualizzare i tweet con l’hashtag #sanremo (quest’ultima cosa però la si può fare anche direttamente in Twitter). La cosa sorprendente però è che questa iniziativa è opera di alcuni ragazzi intraprendenti: di ufficiale invece mi risulta che non ci sia niente sui social media (lasciando perdere il portale RAI), neanche un account Twitter.

Ecco, appunto: Twitter.

Non ho avuto nemmeno la tentazione di accendere la tv: ho aperto Twitter e mi sono trovato davanti migliaia di tweet che parlavano tutti dello stesso argomento. Erano talmente tanti che potevo fare a meno di filtrarli per l’hashtag #sanremo.

Seguire il Festival di Sanremo su Twitter non ha prezzo. Attraverso questi tweet mi sono fatto alcune idee, tipo:

  • Morandi continua a ripetere “stiamo uniti” neanche fosse uno spot del Super Attak.
  • il lato B della Canalis (già noto a milioni di italiani, insieme al lato A, ndr) continua ad avere parecchi estimatori.
  • la dizione non è la qualità per la quale Belen Rodriguez è stata scelta per condurre il Festival.
  • Patty Pravo si è presentata con un look da mummia egizia con acconciatura improponibile.
  • Tricarico ha proposto un mattone di canzone per ricordare quelli buttati giù con la breccia di Porta Pia.
  • gli spazi pubblicitari erano un sollievo da tanto che era basso il livello della manifestazione (per la felicità degli investitori)

Questi tweet sono come la droga, uno più spassoso dell’altro: se ne leggi uno non ti stacchi più perché il vero spettacolo era al di qua dei teleschermi. Dimostrazione ne è che secondo qualcuno ieri l’hashtag #sanremo avrebbe fatto addirittura lo 0,20% mondiale su Twitter!

Come si possono leggere questi numeri? Da quel che ho capito, tantissimi seguivano la tv ma poi interagivano con Twitter, durante e dopo le esibizioni: la loro attenzione era rivolta all’interazione sui social network. Una parte più ridotta lurkava e partecipava ugualmente alla discussione.

Vediamo però qualcuno di questi tweet, giusto qualche esempio a caso:


@lasignoramaria non ti preoccupare, gianni. le canzoni di #sanremo non le scarico. tranquillo.

@acasy #Sanremo spero in una telefonata del premier. “Questo e’ uno spettacolo indecente”. Gli darei ragione, oggi.

@theordinarydabe Belen che dice “Fino in fondo” è come vedere un porno #sanremo

@MCancy …e dire che ho iniziato a vedere #sanremo da quando ho twitter..

@piccoloaiutante seguire #sanremo su twitter non ha prezzo, ci si piega dalle risate..

@sciummunu e pensare che Luca e Paolo fino a due giorni fa mi facevano ridere#sanremo

@squeeze9 ma va’ a cagare Morandi tu e lo “stiamo uniti”, sembra una roba degli alcolisti anonimi

@antopiras: Max Pezzali ora sembra zio Fester. #sanremo

@Ale_quilici A seguire #sanremo con la ricerca di google in tempo reale c’è da morire dalle risate…. 😀 ahahah!!!

@stefansmirror_ Neanche un’ora di #Sanremo e già mi sta venendo la depressione.

@ste0cup Ecco la parte migliore! La pubblcità! #sanremo

@_Eilander stiamo uniti un cazzo! pubblicità a #sanremo #spiegatemela

@Antoscut FInalmente la pubblicità #sanremo

@therocksuckers se Garibaldi avesse sentito la canzone di Tricarico avrebbe deviato sulla Corsica #sanremo

@ancimomo #Sanremo. Se fanno un’altra volta lo sketch della musichetta della giuria parto per l’Ariston armata di lanciafiamme!

@Alessandra_s_ La Canalis ci ha appena rivelato sotto triste battuta di essere un’attrice.non lo sapeva nessuno!cmq grazie per averci avvertito!#Sanremo

@lasignoramaria la prossima volta che bizzarri inizia I will survive sparo al televisore.#sanremo

@dert86 stò scrivendo piu tweet tra ieri e oggi per #sanremo che non in tutto il tempo che ho twitter

@stevenscontrino Ok, 5 minuti di #Sanremo sono sufficienti. È imbarazzante. Me ne vado a leggere un bel libro! #fail

@Halibel14 anche questa sera nulla di speciale a #sanremo… >_> noia…

@Ainelychan Seguire #sanremo da Twitter devo dire che è molto più divertente… [Almeno mi ascolto quello che voglio io nel frattempo]

@karmakiller86 Stanotte non prenderò sonno dopo aver visto patty pravo #sanremo#monster #alien

@audiolesiblog le sembianze di Patty Pravo allertano gli agenti Mulder e Scully#sanremo

@albertocipolla #sanremo Patti Pravo come Paul McCartney: quella vera è morta: questa è una sosia stonata

@Theblondemamba La canzone di Patty è più inutile del buco dell’ozono e credo che lei e il suo silicone abbiano contribuito a crearlo #Sanremo

@Iguano Patty Pravo stecca 12 volte su 10 note #sanremo

@stefymametta hanno aperto il sarcofago #sanremo patty pravo mangia naftalina come etabeta

@pionirka Vorrei sapere perche’ non esiste un twitter feed ufficiale della @raitvper #sanremo #epicfail

@twcronaca Ricordiamo l’hashtag #Sanremo che ieri sera ha fatto lo 0,20% mondiale su twitter sperando che stasera non crashi!

@twcronaca anche questa sera live con la #twittercronaca audio dei vostri tweet di #sanremo! (Broadcasting live at http://ustre.am/cVqP)

@daniappi #sanremo Ho resistito ben 3 minuti. BBC arrivo…

@francescacorner Anche se grazie alle gaffe della Clerici almeno l’anno scorso ci si divertiva! #sanremo

@yattaran il tecnico del suono a #sanremo si è diplomato con Scuola Radio Elettra.

@sanremo_2011 Ma le canzoni che accompagnano l’ingresso degli artisti le ha scelte ed abbinate Topo Gigio? #sanremo

@cloetta007 Ma i #modà non potevano continuare a essere sconosciuti?#sanremo

@acasy #sanremo I Queen come intro ai Moda’. Mi e’ appena apparso freddie per dirmi Show must go OFF


Alcuni di questi tweet li ho evidenziati in grassetto perché fanno riflettere.

Comunque, sono tutti così: potrei continuare per ore. Preferisco invece concludere col tweet che mi ha colpito maggiormente, quello di Elisabetta.


 

2 comments


Leave a comment