Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

Internet for dummies in HTML5

21 Nov Posted by in Uncategorized | Comments

Ho scoperto un lavoro doppiamente interessante sviluppato dal team di Google Chrome.
Doppiamente, perché illustra – nel vero senso della parola – in modo semplice i concetti base del web e lo fa utilizzando una applicazione scritta in linguaggio HTML5.
HMTL5, per chi non lo sapesse, è l’evoluzione di HTML che include nativamente funzioni che altrimenti richiederebbero l’installazione di estensioni e plugin specifici per ogni singolo browser, superando i limiti come quelli dei dispositivi mobili dove i browser sono app non personalizzabili.

Google è appunto una delle aziende che appoggia questa tecnica, che si contrappone ad Adobe Flash il quale, tra i tanti pregi, presenta lo svantaggio di non funzionare sui dispositivi mobili della mela morsicata.

Per ulteriori dettagli su quali siano le caratteristiche e le potenzialità di HTML5, visto che non sono il focus di questo post, rimando all’ottima infografica di Focus.com (mi scuso per il gioco di parole) che, a distanza di qualche mese, rimane ancora la spiegazione più chiara e dettagliata.

Per verificare invece il comportamento di una applicazione interattiva in HTML5 consiglio di andare su questo sito: con la trovata geniale della spiegazione ricorsiva, mostra i differenti comportamenti della stessa a seconda del browser utilizzato. Un altro

Tornando a bomba, l’applicazione di cui parlavo all’inizio simula uno sfogliabile dalle illustrazioni animate, mentre i contenuti sono brevi e semplici nozioni utili quando si naviga in rete.

Si passa da quelle più tecniche (cookies, DNS, HTML5) a quelle applicative (caratteristiche e personalizzazioni dei browser, apps, cloud computing), per finire con quelle comportamentali (privacy, phishing, gestione delle identità).

Ogni pagina offre la possibilità di inserire un segnalibro o di condividere la stessa sui social network.

Peccato che sia solo in inglese, perché sarebbe stata utile anche come strumento didattico.

Mi sento invece di portare una critica sul fronte dell’usabilità e della user experience: sebbene con questa realizzazione il team di Google sembra che abbia fatto meglio rispetto alle precedenti, rimangono parecchie limitazioni passando da un browser all’altro o da un dispositivo all’altro.

Su Chrome – ovviamente – e su IE8 funziona correttamente, anche se lo sfoglio delle pagine non è proprio fluido.

Su Firefox, invece, le animazioni non funzionano, condivisioni e segnalibri non esistono, mentre la paginazione è quella statica tradizionale; idem su iPad.

Purtroppo – e dico purtroppo perché in questo momento non ne posso usufruire sul melafonino o sull’iPad – come usabilità Adobe vince a mani basse rispetto ad applicazioni come questa anche se, come racconterò in un altro post, ci sono novità interessanti che riguardano una nuova generazione di contenuti per tablet e smartphone.

 


Leave a comment