Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

Video on demand in HD su Rai Replay Tv

10 Giu Posted by in Uncategorized | 1 comment

Rai Replay Tv logo

Cos’é Rai Replay Tv?
Si tratta di un servizio di video on demand partito il 25 maggio sul portale Rai.tv.

Lunedi ho avuto il piacere di partecipare all’evento “Convergiamo“, organizzato da RaiNet e Sipra (la concessionaria che gestisce la pubblicità di Rai), con la collaborazione di Hagakure, in cui sono state raccolte varie impressioni da alcuni blogger invitati.

In sostanza con Replay Tv chiunque può rivedere l’intera programmazione della settimana di Rai 1, Rai 2 e Rai 3, andata in onda in qualsiasi orario.
Sostituisce egregiamente un normale video recorder e ci evita di preoccuparci dello spazio disco disponibile o di dover pianificare la registrazione quando magari siamo lontani da casa.

Per certi versi è anche meglio di un video recorder, perché posso ignorare quali trasmissioni sono programmate e ricercarle solo al momento, perché posso guardare i contenuti anche lontano da casa (attraverso un client web) o semplicemente perché posso non avere un video recorder.
E poi, è gratis!
Per esempio io ieri volevo rilassarmi guardando qualcosa in tv, ma la programmazione della prima serata lasciava a desiderare (per quelli che sono i miei interessi) e non volevo ricorrere a qualsivoglia offerta premium.
Visto che ero anche curioso di provare questo nuovo servizio Rai, sono andato a rovistare tra i programmi andati in onda nell’ultima settimana e mi sono guardato una simpatica trasmissione andata in onda su Rai Due la sera prima (in prima serata), condotta da Raul Cremona e dal Mago Forest, della quale non conoscevo nemmeno l’esistenza.

Per consultare i video non bisogna aspettare molto, perché sono disponibili sul portale già entro le ore 12 del giorno dopo la messa in onda.
Ce ne saranno anche alcuni in alta definizione: è il caso di alcuni film o degli imminenti Mondiali di Calcio in Sudafrica.
Già, perché una grossa e graditissima novità è che sarà possibile seguire in diretta web tutte le partite dei Mondiali (ovviamente solo quelle per le quali Rai detiene i diritti di trasmissione) e anche in HD.
Ci saranno anche riprese da angolazioni particolari, highlights e instant replay.
Non a caso il lancio del servizio è avvenuto in leggero anticipo rispetto al calcio di inizio: è facilmente prevedibile un boom di accessi, però le persone di RaiNet ci hanno spiegato che dietro al portale ci sono un notevole dispiegamento di risorse e molto lavoro manuale, in modo da mantenere comunque un livello di servizio di un certo livello.

Purtroppo per ora non ci saranno alcune tipologie di contenuti di forte richiamo (Champions League, molti film di prima serata) a causa delle limitazioni che ha Rai.tv sui diritti di distribuzione, ma ci hanno detto che stanno facendo il possibile per pubblicare l’intera programmazione.
In compenso sono stati inseriti alcuni contenuti provenienti da Rai Cinema.

Una cosa che mi piace di Replay Tv è che la ricerca dei contenuti può avvenire attraverso l’intuitiva struttura del palinsesto, per tematica, per etichetta o per descrizione libera.

Una cosa che invece non mi piace è la scelta di Microsoft Silverlight come formato per i video, il che esclude o limita fortemente alcune piattaforme: sarebbe stata preferibile un formato accessibile a quante più persone possibili, soprattutto da dispositivi mobili.
Non sarà quindi possibile guardare i video da iPhone, mentre è prevista la versione in HTML5 per visualizzare i contenuti su iPad.

In futuro verranno inseriti anche i capitoli nei video, un po’ come nei DVD, in modo da saltare facilmente da una sezione all’altra, pur rimanendo un unico file (almeno da quanto ho capito io).
Peccato per l’assenza della possibilità di condividere il link di un singolo frame o dell’inizio di un capitolo, come da domanda esplicita rivolta da Wolly.
A onor del vero, la tecnica per inserire capitoli, note ed etichette in un file multimediale non è nuova.
Già tre anni fa Veotag utilizzava qualcosa di simile e molto ben fatto, applicabile sia a video che a contenuti audio, anche se non ad alta definizione come i contenuti che è in grado di fornire di Rai.tv.

Altre novità che arriveranno sono il Digitale Terrestre in HD, l’apertura a contenuti selezionati e provenienti da realtà locali (eventi, piuttosto che colori e profumi della penisola) e la disponibilità di parte dell’immenso archivio storico Rai.
Già pregusto un prossimo inserimento di un motore di ricerca semantico (parte dei tag ci sono già) che ricerchi per chiavi come la georeferenziazione dei contenuti (es. tutti i video e le foto di una certa città o regione, oppure entro un certo raggio, più o meno come il portale di Pagine Gialle).

Fino a qui ho parlato di flussi multimediali one-to-many (dall’alto verso il basso) o one-to-one (dal basso verso l’alto).
Per quanto riguarda la parte social (many-to-many), c’è solo la possibilità di segnalare contenuti agli amici via email o di ripubblicarli su Facebook.
Io ho provato a chiedere se ci potrà essere la possibilità di commentare i contenuti, magari in diretta per quanto riguarda eventi live di un certo appeal (es. eventi sportivi), ma la risposta è stata che ciò richiederebbe un grande impegno di monitoraggio (per evitare un altro caso Google).

Sul portale è presente anche l’area personalizzata MyRai.tv, a cui si accede dopo essersi registrati (è gratis) e avere ottenuto l’abilitazione all’accesso.
Qui dentro dovrei avere la possibilità di crearmi delle playlist, crearmi una lista di programmi preferiti a cui aggiungere qualsiasi contenuto multimediale (video, audio, podcast, fotogallery) pubblicato sul portale Rai.tv.
Purtroppo al momento sembra che non sia ancora funzionante: io ho provato con tre browser diversi e continuo a ottenere il messaggio “Si e’ verificato un errore durante la fase di conferma, riprovare.”
Peccato: se è un problema che dipende da loro e non dal mio client, speriamo che lo risolvano presto perché è molto utile.

Dai video sono stati rimossi tutti gli spot pubblicitari, che risulterebbero fastidiosi; al loro posto sono stati introdotti pochi secondi di pre-roll all’inizio e spot in flash a lato dei video.
Tutto sommato sono poco invasivi rispetto a quelli ben più lunghi della concorrenza (una trentina di secondi).
La concorrenza, che in prevalenza si chiama Mediaset Video, offre a mio parere un servizio simile ma decisamente meno raffinato, nella forma e nei contenuti: la maggior parte dei contenuti che propone sono infatti spezzoni video di pochi minuti (tipo YouTube, tanto per fare un paragone scomodo), mentre i video interi sono pochissimi.
Inoltre sono catalogati per tipologia (sport, fiction, ecc.) e/o titolo del programma, il che secondo me rende meno agevole la ricerca.
Anche qui il formato utilizzato per i video è Silverlight.

E ora, un po’ di numeri che gentilmente ci hanno messo a disposizione in anteprima quelli di Rai.tv.

Replay Tv page views

Rai Replay Tv unique users

Rai Replay Tv trend

Il portale procede molto bene: anche se il traffico in questo momento per Rai.tv non è una priorità, i numeri raggiunti sono ugualmente di tutto rispetto e hanno superato le previsioni.
A maggio 2010 ha registrato 117 milioni di page views e 7,5 milioni di utenti unici, mentre nel corso del 2010 c’è stato il sorpasso rispetto a Mediaset Video sulle pagine viste,

Per reggere tutto questo traffico, RaiNet utilizza una tecnologia Smoot Streaming in HDTV che si adatta alla disponibilità di banda di chi si connette: già a 600 Kbps si riesce a ottenere uno streaming soddisfacente, ma volendo è possibile arrivare fino a 1,6 Mbps, equiparabile alla qualità di Mediaset Video, La7.tv e YouTube.
I Mondiali comunque arriveranno a ben 3Mbps!

Ho quasi finito.
Last, but not least, concludo con i doverosi ringraziamenti ad Hagakure che mi ha offerto questa opportunità.

 

One comment


Leave a comment